Blinis

blinis2

Li preferite al caviale rosso di aringa o al salmone marinato rimmad lax? Scegliete voi, ma Ostriche con questo piatto festeggia i tre anni di blog. E lo fa alla grande, con una prelibatezza molto diffusa in Russia e nei paesi scandinavi.
Potete servire queste focaccine nordiche anche con il caviale nero finlandese della Carelia e panna acida, oppure con il gravlax svedese (altro tipo di salmone marinato eccezionale) e il formaggio spalmabile, decorate poi con spicchietti di limone e aneto.
Le feste di Natale sono passate, ma il tempo di essere felici a tavola e convididere bei momenti con chi amate non passa mai!

blinis_0

Ingredienti

farina 80 gr
fraina di grano saraceno 80 gr
lievito di birra 10 gr
zucchero 20 gr
2 uova
burro 50 gr
sale
per il gusto:
caviale rosso di aringa o di trota
caviale nero careliano
salmone marinato svedese (rimmad lax o gravlax)
salmone affumicato
formaggio spalmabile
panna acida

Preparazione

In una terrina mescolate le due farine con il lievito di birra, unite lo zucchero e il sale. Scaldate intanto in un pentolino il latte con il burro e aggiungeteli al composto. Infine unite anche i tuorli delle uova, lasciando la da parte le chiare. Otterete così una pastella liscia, che lascerete lievitare fuori dal frigo per circa un’ora e mezzo.

Prima di usare la pastella, montare le chiare a neve e unitele dolcemente al composto.
Poi ungete con il burro il padellino per crepes e, quando sarà ben caldo, versate con un mestolino un po’ di pastella: vi servirà a preparare crespelle di circa 7 centimetri di diametro.

I blinis saranno alti e soffici: appena vedete la base rassodata, girateli e cucinate anche l’altro lato.
Lasciateli raffreddare a temperatura ambiente e conditeli secondo il vostro gusto.

Accompagnateli con bollicine italiane rosé o con champagne francese. Effetto superfood per l’aperitivo. Ancora di più se avete qualcosa da festeggiare….

(Non ho scattato io le foto… mi impegnerò di più, promesso)

Advertisements

11 thoughts on “Blinis

  1. Noi li facciamo da 30 anni per la cena dell’ultimo dell’anno. Con burro e salmone affumicato.
    Però in due friggiamo e gli altri iniziano a mangiare. La pasta la prepara segretamente la mia amica che ha vissuto in URSS e usa solo farina 00.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s