Ginger, l’omino di zenzero

Ginger, l'omino di zenzero che viene dal nord

La tradizione dei biscotti allo zenzero è molto antica. In Inghilterra va indietro fino al Medio Evo.

Questi dolcetti, fatti in origine solo con miele e spezie, sarebbero arrivati in Europa già prima dell’anno Mille, portati da un monaco armeno. Si diffusero in Francia, Germania, Inghilterra, Svezia, Danimarca, Norvegia, Finlandia. Prendendo nel tempo, in ogni paese, caratteristiche, forme e nomi diversi.

Per conoscere tutta la storia, leggete “Piatti senza frontiere”, De Agostini.

Provate a realizzarne anche qualcuno per decorare l’albero di Natale, secondo la tradizione svedese. Sarà vivace e profumerà la vostra casa.

Ingredienti per 25-30 biscotti

Farina 900 gr
miele 350 gr (o melassa)
zucchero di canna 220 gr
acqua fredda 150 ml
burro 50 gr
2 cucchiaini di bicarbonato
1 cucchiaino di sale
2 cucchiaini di zenzero in polvere
1 cucchiaino di cannella in polvere
5 chiodi di garofano (setacciati e ridotti in polvere)

Per la decorazione

zucchero a velo 75 gr
albume 15 gr (meglio se liofilizzato o sterilizzato)
limone
coloranti alimentari

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°C. In un recipiente miscelate bene il miele con lo zucchero di canna, l’acqua e il burro. Con un frusta unite poi la farina, il bicarbonato, il sale e tutte le spezie fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Coprite l’impasto con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno un paio di ore.

Stendete poi l’impasto e con il matterello, lavorandolo fino a portarlo a uno spessore di circa mezzo centimetro. A questo punto ritagliate con attenzione gli omini con le formine apposite.
Mettete poi i biscotti in una teglia, che avete già coperto con la carta da forno. Lasciate una distanza di almeno qualche centimetro tra l’uno e l’altro.

Fate cuocere così i biscotti in forno per circa 10-12 minuti. Lasciateli raffreddare bene prima di decorarli.

Preparatevi quindi a decorarli, secondo la vostra fantasia. Versate in una ciotola prima l’albume (meglio se liofilizzato sterilizzato), e poi, delicatamente, lo zucchero a velo fino a raggiungere la densità desiderata.

Alla fine, aggiungete due o tre gocce di limone, per rendere più lucida la ghiaccia (cioè questo tipo di composto) ed eliminare un po’ il sapore dell’uovo.
Se la preferite più liquida, per usarla le parti più grandi del biscotto, aggiungete un cucchiaino d’acqua alla volta. Per colorarla, aggiungete qualche goccia di colorante alimentare fino al colore che preferite.

Riempite due sac a poche, una con la ghiaccia più consistente che servirà a definire i bordi del biscotto, l’altro per decorare le parti più ampie.

Più colori volete usare per decorare gli omini, più sac a poche dovrete prevedere.
Lasciate asciugare i biscotti per almeno 8/10 ore.

Advertisements

13 thoughts on “Ginger, l’omino di zenzero

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s