L’arte del ricevere

image

Dalla colazione egoista fino alla cena di gala, tutto in un volumetto delizioso e intrigante. Il manuale dell’arte del ricevere della maison Laduree, fondata a Parigi nel 1862, edizioni L’ippocampo. Scatola fiorata verde, carta velina rosa, copertina a righe, titolo in oro: un regalo graditissimo della mia amica Fabiola di Rosso in cucina. Un libretto francese di grande charme sull’arte da condividere (lo desideravo da tempo, ed eccolo qua…).
Tra ricette, allestimenti, accessori, pic-nic selvaggi o sofisticati, pranzi di stagione, merende in giardino. Stile, buon gusto e un pizzico di follia, come in questi piccoli estratti:
Colazione egoista – Siate voluttuosamente egoiste
Immergetevi pigramente nel piacere della lettura di un libro, finitelo quando volete senza pensare a niente, neanche al tempo che passa. La colazione vi fornira’ energia a sufficienza. Secondo i vostri gusti, lasciatevi trasportare ascoltando un’opera di Verdi […] o commuovetevi per un romanzo letto da una voce irresistibile

image

Brunch chic – un nuovo uso degli oggetti
Tazze da brodo, portauovo, coppette, saliere… dimenticatevi del loro scopo originario e trasformateli in recipienti in cui sistemare una composta, una crema, dolcetti, spezie, un mazzetto di menta.

image

image

Pranzo primaverile – tre tovaglie al posto di una
Se non avete una tovaglia abbastanza grande per un pranzo con molti invitati, mettetene tre di misura media: due si sovrapporranno al centro e cadranno quasi fino a terra, la terza coprira’ le altre due sul piano del tavolo.

image

image

image

image

Insomma mi appassiona…

Advertisements

13 thoughts on “L’arte del ricevere

  1. Sono davvero contenta di avertelo regalato, appena l’ho visto ho pensato a te ed è stata una giustissima associazione: un libro “di classe” per una donna “charmant”!! Ps: Ora aspetto che tu faccia una delle ricette proposte nel libro e la pubblichi, sono curiosa… Buona lettura amica mia. 😉

    • Beh, grazie… troppi complimenti, sono emozionata… Farò al piu’ presto una delle ricette (parecchio sofisticate) proposte nel libro! Baci. F

  2. che bello qui!
    l’idea delle tre tovaglie, poi…risolverebbe i miei problemi da quando ho cambiato il tavolo da pranzo con uno decisamente più lungo.
    ciao
    Marirò

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s