San Valentino, cosa bolle in pentola

Kew Gardens

Kew Gardens

E allora, cosa bolle in pentola da voi per questa sera, San Valentino? Tavola, menù, regalo, musica, atmosfera? Cominciamo con l’atmosfera, per questo ho scelto una foto dei Kew Gardens (visit britain media centre), un luogo per me romantico per eccellenza, soprattutto d’inverno… Musica, Satie, les Gymnopédies. Regalo, dvd di “A piedi nudi nel parco”, film con Jane Fonda e Robert Redford che adoravo da ragazzina (tanto mio marito oggi non ha tempo per leggere il blog). Tavola, tovaglia Le Jaquard francais con tovagliette grigio perla matelassé, piatti bianchi con bordo grigio, bicchieri rossi Villeroy, portacandele uguale. Ma veniamo subito al menù. Beh, cominciamo con le… ostriche!

fines de claires

fines de claires

Ostriche da servire, alla francese, con limone, burro semi-salato, pane nero e di segale, salsetta di scalogno. Io ne servo tre a testa, misura media, come antipasto.
Noi salteremo il primo, altrimenti avrei fatto timballetti di riso rosso di camargue con calamari.
Puntiamo invece sul secondo, filetti di spigola in crosta di pomodori secchi, piatto frutto delle mie lezioni di cucina con lo chef Riccardo Zanni.
(la foto introduttiva del post viene dalla newsletter della scuola)

spigola in crosta di pomodori secchi

spigola in crosta di pomodori secchi

Ingredienti
2 spigole da 350 grammi
100 grammi di pomodori secchi (io uso quelli pachino igp, comprati in Sicilia) da ravvivare in acqua calda
2 fette di pane in cassetta oppure pan grattato
sale e pepe q.b.
2 patate
prezzemolo
Preparazione
Sfilettare il pesce, gia’ eviscerato e squamato dal pescivendolo. Si ricaveranno quindi 2 filetti per ogni spigola (potete anche chiedere al pescivendolo di sfilettarlo, ma è una bella soddisfazione farlo da soli). Grattare il pane in cassetta senza la crosta oppure usare il pan grattato. Tritare un po’ di pomodori secchi, unirli al pane.
Far bollire ilresto del pomodori per circa mezz’ora, poi passare con l’acqua di cottura, rimettere in padella con poco olio.
Spennellare con olio la carta da forno, poggiare i filetti di spigola, cospargeli con la crosta, infornare a 220 gradi per 10 minuti.
Per le patate, pulirle e farle a fette larghe. Ne userete tre per piatto. Mettetele sul fuoco in acqua fredda e fatele bollire per 7-8 minuti. Passatele sui due lati in padella con olio. Prezzemolo tritato per decorare…E buona serata!
Per il dolce, restiamo in Francia. Noi avremo macarons alla rosa e al cioccolato di Santo Domingo, mi piace una serata sofisticata! Ne parliamo in un post tutto dedicato ai macarons…

Advertisements

3 thoughts on “San Valentino, cosa bolle in pentola

    • Beh, per i macarons e’ tutta un’altra storia. Io adoro quelli di Pierre Hermé, ma a Roma non c’e’ e quindi La Duréee. Seguimi domani e ne parliamo…Buon San Valentino! E tu che cena fai? F

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s