Peperoni delle Langhe

Originario del Sud America, importato in Spagna a meta’ del ‘500 e coltivato in Provenza dal ‘700, il peperone arriva in Piemonte all’inizio del ‘900. Oggi Carmagnola e’ una delle capitali italiane del peperone, con quattro tipologie. Una, il Corno di Bue, e’ un presidio di Slow Food.
La ricetta e’ della mia amica Patrizia, gourmet e cuoca esperta, da oggi ospite gradita di questo blog.
Ingredienti per 8 persone
4 peperoni rossi , 4 peperoni gialli (molto carnosi)
tonno sott’olio 300 gr
7-8 capperi sotto sale
2-3 acciughe sotto sale
maionese 2 cucchiaini da tè.
Preparazione
Mettere in forno (a 200 gradi) i peperoni un quarto d’ora per parte. Farli raffreddare, poi spellarli e dividerli in 4 o 2 in lungo (secondo la grandezza).
Sistemarli in una pirofila dai bordi alti su carta assorbente da cucina, alternando gli strati carta/peperoni, per evitare che rilascino acqua al momento della farcitura. Lasciarli in frigo cosi’ per almeno 24 ore.
Impasto per la farcitura: frullare con il mixer il tonno scolato dell’olio, capperi e acciughe dissalati. L’impasto deve risultare piuttosto solido (altrimenti scivolerebbe dagli involtini!). Unire alla fine la maionese, valutando il livello di consistenza dell’impasto. Lasciare il tutto riposare in frigo per lo stesso tempo dei peperoni. Mezz’ora prima di servire unire la farcitura: sistemare sul tagliere le fette di peperone, una alla volta, mettere con un cucchiaino un po’ d’impasto all’inizio di ogni fetta, poi arrotolare per formare l’involtino. Disporre gli involtini di peperoni su un piatto da portata, alternando rossi e gialli. Servirli con un filo d’olio extravergine d’oliva, meglio se di prima spremitura.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s